Skip to content


La memoria desaparecida

Domenica 29 gennaio 2012
presso la Sala Conferenze/Aula Magna Scuola Media “G. Carducci” di Olginate (LC)
a partire dalle ore 15
Associazione Dinamo Culturale

presenta:

La memoria desaparecida

evento dedicato, in occasione della Giornata della Memoria 2012,
al ricordo dei desaparecidos argentini.

Con il patrocinio di Comune di Olginate

In occasione della ricorrenza universale del 27 gennaio che ricorda le vittime dell’Olocausto causate dal nazifascismo, si è deciso di affrontare un episodio storico analogo, ma oscuro e spesso dimenticato. Dopo essere stati a Srebrenica, in Armenia e in Ruanda, il 2012 ci porta in America Latina, per la precisione in Argentina.

Quale episodio ha più bisogno di essere ricordato, se non quello dei desaparecidos?

L’evento sarà composto da una tavola rotonda e, a seguire, dalla visione di un documentario dal titolo Noi che siamo ancora vive (2009) di Daniele Cini riguardante il processo Esma ai militari argentini responsabili del genocidio degli anni Settanta, del sequestro e dell’omicidio di alcuni cittadini italiani.

Alla tavola rotonda parteciperanno:

Avv. Giancarlo Maniga
Da anni si batte, insieme all’avvocato Marcello Gentili, per portare a giudizio i responsabili, esecutori e mandanti, dell’assassinio, del sequestro e delle sevizie di almeno otto cittadini italiani morti o scomparsi in Argentina durante il periodo della dittatura. Maniga è anche parte civile nel caso Priebke, in favore delle famiglie delle vittime delle fosse Ardeatine.

Dott.ssa Marzia Rosti
Ricercatrice e docente della facoltà di Scienze politiche dell’Università degli studi di Milano, responsabile del corso di Storia dell’America Latina e culture ispanofone. Associata all’Asociación de Historiadores Latinoamericanistas e all’Associazione italiana di studi iberoamericani. È inserita come membro nella Red Internacional de Historiadores de las Ideas, de los Intelectuales y de la Cultura.

Fabrizio e Nicola Valsecchi
Autori del romanzo “Giorni di neve, giorni di sole” (ed. Marna) che narra una vicenda realmente accaduta: la storia di Alfonso Dell’Orto, che in pieno regime fascista, nel 1935, con la madre e la sorella, parte per l’Argentina dove suo padre Augusto era emigrato per motivi politici e lavorativi. Il libro vanta la prefazione di Adolfo Perez Esquivel, premio Nobel per la pace “per la sua attività a favore dei poveri e dei non violenti” e la postfazione di Gianni Tognoni, segretario generale del Tribunale permanente dei popoli.

Dott.ssa Stefania Campana
Laureata in Lingue straniere per le Relazioni internazionali all’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi dal titolo “Violazione dei diritti e in-giustizia nel caso dei desaparecidos argentini”. Da giugno 2011 è membro dell’associazione 24marzo Onlus.

Questo il programma dell’evento (ingresso libero):

Ore 15:00
Tavola rotonda. A seguire proiezione del documentario “Noi che siamo ancora vive” (2009) di Daniele Cini

L’evento sarà punteggiato da letture, musica e mate.

Ulteriori informazioni: Evento Facebook.

Posted in Giornata della Memoria.

Tagged with , , .